Blue Team in Action 2017

Il 16 e 17 Settembre è stato organizzato, come ogni anno dal 2015, questo evento di monitoraggio delle specie riguardanti i siti d’immersione che fanno parte dell’AMP Punta Campanella, indotto dal Parco Marino omonimo che è sempre attivo nella salvaguardia e protezione nonchè tutela del mare.

Come sempre la nostra associazione è parte attiva in queste iniziative tanti soci subacquei hanno aderito nei due giorni dedicati al monitoraggio ci siamo cosi suddivisi:

Sabato 16 – Immersione allo Scoglio del Vervece    Testo dell’inviata Antonella Savarese

Appuntamento alle ore 6:30 al porto di Marina della Lobra con il primo team costituito da Linda Guarracino, Nicola Merlino, Nicola Ondeggia, Francesco De Rosa e la sottoscritta, ci siamo preparati con l’attrezzatura al completo e saliti sull’imbarcazione messa a disposizione dall’ AMP siamo arrivati sul sito che dista pochi minuti di navigazione.

Il mare è calmo ma con malincuore notiamo subito che la visibilità non è come solito, nonostante ciò siamo contenti di andare a caccia di soggetti io ho montato grandangolo, Francesco macro, gli altri monitorano con i propri occhi.

Discendiamo con scarsa visibilità circa 5-6 metri e il fattore “mattutino” rende il sito ancora meno luminoso ma gli avvistamenti sono stati tanti: immancabili barracuda, cernie, saraghi, musdea, aragosta, murena con un bel gamberetto che ha anche le uova e dentici.

Domenica 17Immersione a Cala di Puolo Testo di Immacolata Moccia

Mi fiondo all’ultimo minuto per partecipare a questa giornata, avevo tanta voglia di tornare a Puolo dopo una settimana passata all’asciutto e di rivedere i miei amici Cousteauniani, come solito arrivo in anticipo e il mare (in realtà è la nostra inciviltà) mi riserva una brutta sorpresa: trovo la riva piena di plastica e rifiuti mi muto e lancio in una frenetica pulizia in circa due metri di superficie.

Arrivano i primi amici pronti per partecipare a questo evento: Nicola Merlino, Antonella Savarese e Ciro Luciano a breve seguono Gaetano Bianco, Luigi D’Esposito, Giustino De Rosa, Mario Castellano.

Nel briefing io sto con Antonella e Nicola ci appioppa Ciro quindi siamo in tre con l’obiettivo di arrivare in un certo punto per poter ammirare alcuni soggetti interessanti scortati dalla segugia Antonella in quanto, essendo una guida autorizzata, spesso si immerge su questo sito che potrebbe navigare ad occhi chiusi.

Anche qui troviamo tanti soggetti: piccole murene in anfratti, apogon, tordo pavone molto grandi, castagnole, paguri, polpi sia fuori tana che nascosti in pinne nobilis, alcuni scorfani, serpule, margherite di mare, spirografi, gamberetti su crinoidi, bavose africane, nudibranchi tra cui flabelline affinis e cratena peregrina. Inoltre trovo alcune cime su cui si è attaccata Pennaria disticha di cui vanno ghiotti i nudibranchi.

Sono stati due giorni intensi nei quali abbiamo dato il nostro contributo come sempre in primis al mare per salvaguardarlo e proteggerlo. Di seguito alcuni scatti effettuati in queste due giornate.

Un ringraziamento va a tutti i partecipanti che hanno collaborato. Alla prossima

 

 

 

Immacolata Moccia

Nel 2014 inizio il mio percorso di fotoreporter subacqueo, il mio scopo è quello di diffondere, proteggere e portare alla conoscenza di tutti le bellezze del nostro mare. Www.immacolatamoccia.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.